Una fisarmonica proiettata nel futuro: l’Herbert Pixner Project e la world music d’improvvisazione
HOTEL BOOK YOUR STAY
X Chiudi
 

Una fisarmonica proiettata nel futuro: l’Herbert Pixner Project e la world music d’improvvisazione

lHerbert Pixner Project

 

 

Parlare di fisarmonica evoca serate folk, balli contadini e feste country. Qualche volta, però, le cose funzionano in maniera diversa. Un musicista d’eccezione ha reinventato il modo in cui i membri di una band musicale interagiscono tra di loro. 

 

Herbert Pixner è un artista altoatesino che ha creato un nuovo genere, identificato con “world music” o “folk fusion”: l’Herbert Pixner Project è un gruppo eterogeneo composto dalla sorella di Herbert, Heidi, che suona l’arpa, il contrabbassista austriaco Werner Unterlercher e il chitarrista fashion di Bolzano, Manuel Randi. Un mix eterogeneo dal quale nascono performance di gran calibro. Ciò che rende la band unica, oltre a un approccio moderno alla musica, che si spinge fino al rock e al blues e reinterpreta vecchie tradizioni, è il fatto che buona parte di ogni concerto sia improvvisata, rendendo l'evento unico e irripetibile. Herbert trasforma le sue esperienze di vita in musica, raccontando le sue storie attraverso i vari strumenti musicali.

Originario della Val Passiria, non lontano da Merano, fin da bambino Herbert fu coinvolto in attività musicali, ma solo a sedici anni scoprì il vero amore per la fisarmonica, quando sentì suonare il modello Steirisch. Suo padre capì il gran talento del figlio e vendette due mucche per poter acquistare il prezioso strumento. Herbert è un autodidatta e ha imparato a suonare la fisarmonica e gli strumenti a fiato, esibiti ai concerti, da solo: un artista a tutto campo dalle doti straordinarie.

Nonostante il gran talento, comunque, la strada non è sempre stata facile. Guadagnarsi da vivere nel mondo musicale è a volte frustrante e di certo richiede molto impegno e costanza. Herbet dovette interrompere gli studi al conservatorio per potersi guadagnare da vivere, insegnando in scuole di musica, organizzando eventi e seminari, suonando ovunque fosse richiesto, lavorando poi come pastore nei mesi estivi.

Il suo sogno era sempre stato quello di creare la sua musica, il suo progetto, ed è così che nacque il sopracitato Herbert Pixner Project  http://herbertpixner.beepworld.de  La band si occupa di tutto: oltre a comporre e registrare i brani, i membri seguono l’organizzazione dei concerti e vendono i biglietti. Nel 2014 Herbert ha fondato la casa discografica Three Saints Records, con la quale poteva finalmente dedicarsi alla sua musica, senza dover adempiere le richieste delle varie case. La band suona tra l’Alto Adige, l’Austria e la Germania, organizzando la bellezza di cento concerti all’anno. Non di certo commerciale, la loro musica segue un filone tutto originale: questo essere fedele a loro stessi, che li ha accompagnati sin dagli albori, è il segreto del loro successo.

Se l’essere autentici e la musica originale vi stuzzicano, apprezzerete senz’altro questo gruppo musicale e il suo fascino incantevole.

Gustatevi la loro musica qui:

https://www.youtube.com/watch?v=p_XH5OP1jzY&index=3&list=RDL1W1oYlvhpw

  

 

 

 

img3a.png