BASTONCINI DA TREKKING
HOTEL BOOK YOUR STAY
X Chiudi
 

BASTONCINI DA TREKKING

trekking

 

È ora di uscire all’aria aperta, avventurarsi per i meravigliosi sentieri di montagna, ammirando panorami mozzafiato e contemplando gli incantevoli colori e i suoni accattivanti delle Dolomiti.

Siamo forse tutti esperti di zaini, abbigliamento e calzature da montagna, eppure molti di noi non conoscono a fondo i bastoncini da trekking. Questi attrezzi migliorano la stabilità e garantiscono supporto mentre camminiamo, riducendo la forza d’impatto sulle ginocchia: la maggior parte sono regolabili in lunghezza e alcuni sono dotati di molle interne per assorbire gli urti. Fanno parte della dotazione standard di ogni escursionista o alpinista, di qualsiasi livello e competenza. 

 

 

Al momento di scegliere il vostro modello, seguite queste semplici linee guida:

- Uno o due?  Alcune persone usano due bastoncini, altre solo uno. Ricordate che, in genere, la discesa si affronta meglio con due.

- Che misura? Piegate il gomito a 90 gradi: in questa posizione la punta del bastoncino dovrebbe toccare terra.

- Scegliete in base alle caratteristiche del bastoncino. I modelli possono avere varie caratteristiche, ad esempio possono essere regolati, piegarsi, assorbire gli urti, avere pesi diversi, offrire supporti per macchine fotografiche e presentare vari tipi di meccanismi di chiusura. Tutte peculiarità da tenere a mente al momento dell’acquisto.

- Imparate a usare i bastoncini. Familiarizzatevi con il loro uso e imparate alcuni accorgimenti per utilizzarli al meglio.

Lunghezza dei bastoncini da trekking

Mentre alcuni bastoncini si regolano in altezza, altri sono fissi. In questo caso, seguite le regole riportate di seguito, oppure consultate quelle fornite dalla casa produttrice:

Altezza                       Lunghezza del bastoncino    

155 cm                       100 cm

155-173 cm                110 cm

176-180 cm                120 cm

182 cm +                    130 cm

In caso di bastoncini regolabili, se la vostra altezza è inferiore a 182 cm, potrete regolare quelli acquistati in negozio. Se siete più alti, assicuratevi che i bastoncini raggiungano la misura massima di almeno 130 cm.

Regolazione della lunghezza dei bastoncini

Per escursioni generiche, seguite la regola dei 90 gradi, descritta sopra. Se i vostri bastoncini si dividono in tre parti (i cosiddetti bastoncini “a zeta”), è utile settare la parte superiore in modo tale che sia alla metà della regolazione: regolate in seguito la parte inferiore fino a che non raggiunge la misura giusta per le vostre braccia. In questo modo, se dovete effettuare cambiamenti mentre camminate, potrete usare solo la parte superiore per regolarne la lunghezza.  

Per lunghi tratti in salita, potete accorciare i bastoncini di circa 5-10 cm per poter far maggior leva e appoggiare i bastoncini in maniera più sicura. Più il tratto è ripido, più dovrete accorciare i bastoncini. Questi devono aiutarvi a procedere in salita senza affaticarvi troppo o causare fatica alle spalle; le stesse spalle non devono mai sentire movimenti troppo innaturali, come se fossero spinte all’indietro. Se così è, dovete accorciare ulteriormente i bastoncini. 

Per lunghi tratti in discesa, provate ad accorciare ogni bastoncino di circa 5-10 cm dalla lunghezza iniziale. In questo modo il vostro corpo acquisirà maggior equilibrio.

 

Se siete su un lungo traverso, potete accorciare la lunghezza del bastoncino nella parte in salita e allungarlo in quella in discesa per migliorare il comfort e la stabilità.

I sistemi di chiusura

Che si tratti di bastoncini regolabili oppure fissi, tutti hanno meccanismi di chiusura, per evitare che i bastoncini si chiudano durante l’utilizzo. Per modelli fissi, il meccanismo di apertura e chiusura ne regola l’estensione, permettendo di riporli nello zaino quando non in uso. I bastoncini regolabili funzionano in maniera simile, ma il meccanismo di chiusura vi permette di regolare la lunghezza delle parti intermedie. Questa versatilità (che varia tra i 60 e i 130 cm), vi permette di regolare i bastoncini in base alla vostra altezza e al tipo di terreno affrontato. 

La maggior parte dei bastoncini usa uno di questi quattro meccanismi di chiusura:

Leva di chiusura esterna: un meccanismo a leva, con un morsetto, facile e veloce da regolare anche indossando i guanti.  

Chiusura a pulsante: Con questo metodo di chiusura, i bastoncini si regolano tirando una volta sola. Premete il pulsante per richiudere i bastoncini. In alcuni di questi modelli non si può regolare la lunghezza. 

Chiusura a torsione: utilizza un sistema con un espansore e una vite, molto resistente e durevole.

Chiusura a combinazione: Alcuni modelli usano una combinazione di altri meccanismi di chiusura per ottenere un equilibrio di forza, leggerezza e facilità d’uso. Ad esempio, si può riscontrare una leva esterna sulla parte superiore e una chiusura a torsione nella parte inferiore.

Materiali impiegati

Il materiale di cui è composto il bastoncino ne determina il peso generale: questo può essere in alluminio (l’opzione più economica e pesante, ma più resistente) oppure carbonio (più leggero, ma più caro).

Sotto forti pressioni, l’alluminio si può piegare, ma si rompe di rado; le fibre di carbonio sono, invece, più soggette a rotture o scheggiature, essendo più leggere.

Il manico dei bastoncini

I manici dei bastoncini sono di solito di sughero, gomma o materiale espanso.  Il sughero resiste all’umidità creata da mani sudate, riduce le vibrazioni e si adatta meglio alla forma della mano. Anche il materiale espanso assorbe l’umidità data dal sudore e risulta più morbido al tocco. La gomma isola meglio le mani dal freddo, riduce gli impatti e le vibrazioni ed è perfetta per situazioni di tempo freddo; potrebbe causare vesciche a mani sudate, quindi scegliete altri materiali per le vostre avventure nei mesi caldi. 

 

 

img3.png